Recensione: Un incidente chiamato amore di Gemma Townley

E chi lo sapeva che la regina del rosa inglese Sophie Kinsella avesse una sorella? Ora lo so, e so anche che il suo ultimo libro, Un incidente chiamato amore, è perfetto per l'estate e per tuffarsi in una storia che non è solo mielosa, ma che è molto di più.


Titolo: Un incidente chiamato amore
Autore: Gemma Townley
Editore: Giunti Editore
Prezzo: €14.90
Data di uscita: 5 luglio 2017

Sinossi:
Sempre in prima linea nelle più accese battaglie ambientaliste, Jen decide che ne ha abbastanza di quella vita rocambolesca e molla tutto, compreso il fidanzato ecologista fanatico. Rientrata a Londra, non pensa certo di imbarcarsi in avventure altrettanto rischiose. Finché la madre Harriet, che dirige con pugno di ferro la società Green Futures, non la convince a infiltrarsi come tirocinante alla Bell Consulting, l'azienda rivale gestita dall'ex-marito, di cui sospetta il coinvolgimento in un giro di corruzione. Senza contare che lo spietato uomo d'affari non vede sua figlia da ben 15 anni... Così Jen si ritrova catapultata in un mondo completamente nuovo, fatto di cocktail, abiti firmati e macchine di lusso. E fianco a fianco con un padre che sembra molto diverso dal mostro dipinto da sua madre. Tra espedienti improbabili ed esilaranti malintesi, Jen rischia seriamente di essere sedotta dallo sfavillante universo dell'alta finanza. Nonché dal suo affascinante tutor Daniel Peterson...


Recensione:
Se non è green ed etico Jennifer Bell non lo vuole, qualsiasi cosa sia. Condizionata dalla madre sin da piccola a questo stile di vita, Jen è un'attivista convinta capace di fare qualsiasi cosa per alberi e diritti umani Per questo motivo lavora nell'impresa di consulenza di sua madre ed è, tutto sommato, soddisfatta della sua vita. Ma basta poco e qusesta comincia a tremare, perché la madre sfrutta le sue doti persuasive per convincere Jen a fare un master di Economia e Finanza nell'azienda del padre, con il quale non ha mai avuto dei legami. Se prima sembra essere un gioco a fare la spia, ben presto Jen dovrà valutare vari aspetti della sua vita. A partire dal sua innato talento per l'economia che, mischiato ai suoi geni green, sembra conquistare i suoi professori e anche lo scapolo e carismatico Daniel Peterson.
Jen, però, non ha tregua e anche le sue convinzioni sulla madre e sul padre inizieranno a vacillare; come le su certezze sulla sua vita ordinaria, a partire da quel tailleur che prima di buttarsi nel mondo della finanza non avrebbe mai considerato.
Il cambiamento fa paura, ricordò a se stessa.
Jen è quel tipo di protagonista "rosa" che piace a tutte, quella per cui si fa il tifo sempre, quella che non è perfetta, non è un disastro come Bridget Jones ma che ci piace così com'è: cazzuta, riflessiva, determinata, timida, in cerca di uno scopo nella vita, in cerca della strada che la porterà verso quest'ultimo; Jen è il tipico personaggio che subisce una trasformazione e che matura.
Un incidente chiamato amore a me è piaciuto perché è un mix di tutto ciò per cui ho un debole: il mondo economico, il mondo editoriale e della lettura (che, vuoi che Daniel Peterson oltre ad essere affascinante non lavori anche nel mondo dei libri?), un pizzico di mistero, e tanta, tanta leggerezza. Leggerezza che, nonostante la stagione, non è per niente da spiaggia perché il romanzo affronta molti temi sempre attuali quali l'etica delle imprese nei loro settori di appartenenza, e come bilanciare profitto con lo scopo di spingere sempre più persone ad avvicinarsi ai libri e leggere.
Il romanzo di Gemma Townley, sorella della regina del rosa inglese Sophie Kinsella, la scopro così: con una scrittura fresca contro il calore estivo, rilassante per le giornate particolarmente impegnative e frizzante con una protagonista in gamba.

Commenti

  1. Ammetto la mia ignoranza, neanch'io sapevo che la Kinsella avesse una sorella. E non conoscevo questo libro, ma la tua recensione mi ha incuriosita. Sembra davvero un libro adatto al periodo estivo! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' adatto per tutti i mesi dell'anno: leggero, coinvolgente e divertente! :)

      Elimina
  2. Ciao! Con la tua recensione mi hai fatto venire voglia di leggere questo libro! <3
    Mi sono iscritta ai tuoi lettori fissi, se ti va di ricambiare mi trovi qui: https://iorestoquialeggere.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice che ti abbia incuriosito! :)

      Elimina

Posta un commento

Post più popolari