Recensione: Il sistema di Gordon di Giovanni Mastrangelo

Buongiorno, amanti della lettura!
Oggi vi propongo la mia recensione de Il sistema di Gordon, libro di alto livello che fa l'occhiolino ai grandi romanzi di ricerca di se stessi e dove è facile confondere bene e male.


Titolo: Il sistema di Gordon
Autore: Giovanni Mastrangelo
Editore: La nave di Teseo
Prezzo: €18.00
Data di uscita: 29 settembre 2016


Trama:
Siamo negli anni ottanta in America. Gordon, leader carismatico di una setta new-age con un debole per i ragazzini, colleziona personaggi folli come Richard Fargo, sempre sorridente e la sua nemesi Frank Boyd, un muratore perennemente incazzato; Antonio, l'italiano di Lodi appassionato di Bob Dylan; Steven Hardware, il barista che legge sempre. È la Viners' Brotherhood che sta prendendo forma nel nord della California, come una cellula in frenetica espansione. Qui Gordon guida i suoi "studenti" verso la consapevolezza attraverso inusuali percorsi di redenzione e un viaggio mistico nel cuore del Grand Canyon: è il Sistema che Gordon predica. Quando Gordon annuncia l'arrivo di Bob Dylan scatena un'attesa infinita che sconvolge la comunità. Eroina, musica, filosofia, Gourdjieff & Jung, rock&roll, meditazione e sesso libero.


Recensione:
Nella California del nord, in mezzo al deserto e il caldo degli anni ottanta, una comunità new-age sta prendendo forma. Guidata dal misterioso e quieto Gordon la Viners' Brotherhood procede con dei principi fondamentali legati alla collaborazione, popolata da personaggi alterni nella narrazione che hanno del bislacco ma anche del reale, i cosiddetti disadattati che hanno rifiutato la società convenzionale o che sono stati rifiutati dalla stessa.. Una generazione disagiata non adatta al mondo per come questo viene vissuto, in cerca di se stessa dove l'unico punto fermo e comune nella loro eterogeneità è il rock e, in particolare, la venerazione per il neo premio Nobel della Letteratura Bob Dylan.

Erano gli inizi degli anni ottanta, eravamo nel Nord della California e la Viners' Brotherhood stava prendendo forma. La Scuola mi sembrava un cerchio in espansione, come una cellula appena nata che crescendo cerca, non senza sforzo, uno spazio nella vita, e noi studenti eravamo le molecole che dall'interno spingono sulla circonferenza di quel cerchio allargandolo nello spazio.

Inizia la frenesia e la setta di Gordon dormiente si anima d'improvviso e fervono i preparativi per l'arrivo di Bob, atteso come un messia. Nel frattempo, tra una proroga e un annullamento del suo arrivo, gli improbabili personaggi si scambiano le voci mescolandosi e le loro vite subiscono dei cambiamenti repentini: quello sempre arrabbiato, l'appassionato lettore, il giovane italiano e tanti altri ragazzi alla ricerca di se stessi e orientati verso la "consapevolezza" attraverso percorsi mistici interiori mentre la promiscuità sessuale prende piede e l'ombra dell'AIDS cade su di loro e si cerca di scacciare la paura dal male con la meditazione.

Non riuscirete a capire subito tutto quello che vi dirò adesso, disse Gordon alla platea, ma se avrete pazienza e fiducia in me e nel ruolo che il Sistema mi dà, domani capirete quello che vi dico oggi come oggi avete cominciato a capire quello che vi ho detto ieri. Questo capita perché io so con tutto il mio essere che ieri e domani non esistono, è già tutto qui adesso - passato e futuro esistono solo nel presente.

Il sistema di Gordon di Giovanni Mastrangelo, dalla scrittura di alto livello, è una dolce immersione in quegli anni tanto famosi che sono stati una specie di spartiacque per numerosi tematiche, a partire dalla musica. L'ultimo romanzo di Mastrangelo mescola insieme leadership e soggiogamento, divide maledizione e redenzione, mentre il confine tra bene e male rimane poco definito con fascino e mistero, mentre le note visionarie di Bob Dylan si espandono nell'aria.

Quando finalmente si riesce a vederla, la realtà mette il terrore.

Commenti

  1. Non conoscevo questo libro, grazie per averne parlato!
    Sembra particolarmente interessante: il contesto, l'ambientazione ed i vari personaggi hanno un'aria curiosa..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi trovo d'accordo con te, è interessante, sì :)

      Elimina
  2. Ciao Siham,
    dopo anni dalla chiusura del blog cultural-letterario Cipria e Merletti torno con un nuovo blog, in parte simile nell'intento ma completamente rinnovato.
    Spero verrai a dare un'occhiata nelle prossime settimane!

    Irene del blog "Leafing Life"

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari