"I cento libri che rendono la nostra vita più ricca" secondo Piero Dorfles - Nona puntata

Buon pomeriggio, amanti della lettura!
Ci avviamo verso la fine di questa rubrichina effimera, oggi, con la nona puntata :)
Cliccando sulle immagini di copertina verrete rimandati alle sinossi di Amazon, e in fondo al post avete le solite domandine rivolte a voi.


Come al solito vi lascio alle precedenti puntate e iniziamo con il tema di oggi, che è la solitudine della vita contemporanea.


La solitudine della vita contemporanea
Il professore ci dice che fino alla fine del Settecento le persone avevano la consapevolezza di non avere un pensiero autonomo e di poter scegliere nella vita. Che fosse il destino a farle e, infrangere queste regole, significava essere dei degenerati, irresponsabili, dei disadattati.
Negli ultimi due secoli, continua Dorfles, gli uomini hanno capito che non ci sono regole, che siamo noi a decidere cosa fare e cosa non fare. Siamo più liberi, ecco. Ma la libertà comporta molte responsabilità e, queste, portano ad essere più soli. La solitudine è moderna, come lo sono i romanzi. La libertà ci ha dato la sicurezza che non abbiamo sicurezze.

Padri e figli - Ivan Turgenev



Cuore di tenebra - Joseph Conrad



Il castello - Franz Kafka



Auto da fé - Elias Canetti



Finzioni - Jorge Luis Borges



Il deserto dei tartari - Dino Buzzati



Aspettando Godot - Samuel Beckett



Il lamento di Portnoy - Philip Roth


________________________________________________________

Di tutti questi romanzi vorrei leggere Il castello di Kafka e Cuore di tenebra che da circa un anno apro e richiudo, senza mai andare avanti.

E voi?
Quali di questi avete già letto?
Quali di questi volete leggere?

Commenti

  1. Non mi attira nessuno sinceramente, sta volta passo, e non aumento la lista :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti è una puntatina fiacca :) ma conto di allungare comunque la lista, preparati xD

      Elimina
    2. Guarda che non mi spavento, anzi ;)

      Elimina
  2. Ciao Nolwenn! ^^ Di questi nessuno mi ispira purtroppo, solo Aspettando Godot mi piacerebbe leggerlo, ricordo che quando lo studiai al liceo mi intrigava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosellina *-* Sì, in effetti non sono molto attraenti come trame, con tutto il rispetto per i classici :)

      Elimina
  3. 'Cuore di tenebra' ce l'ho, ma non lo ho ancora letto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Manco io xD mi annoia sin dalle prime pagine.

      Elimina
  4. Devo dire che tra questi conosco solo Aspettando Godot, ma sarei molto curiosa di leggere Il castello di Kafka:)

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari