Recensione: Insuperabile di Abbi Glines

Buongiorno, amanti della lettura!
Ormai sono entrata nell'ottica secondo cui durante gli esami le parole d'ordine sono evasione e brevità. Dunque è per questo motivo che penso che durante questi periodi leggerò libri di questo tipo, come Insuperabile, letto grazie alla nuova collaborazione con la Mondadori.


Titolo: Insuperabile
Autore: Abbi Glines
Editore: Mondadori

Trama:
Rush è il classico bello e dannato. Vive in una villa sulla spiaggia, guida macchine di lusso, è la star di Rosemary beach. Tutti i ragazzi vorrebbero essere lui e tutte le ragazze vorrebbero stare con lui. Finché un giorno arriva Blaire, con il suo pick-up tutto ammaccato e una pistola sotto il sedile. È bellissima ma è la sua sorellastra, rimasta sola al mondo e costretta a chiedere aiuto al loro padre che l'ha abbandonata anni fa. Rush sa che deve starle lontano anche se è stupenda, anche se ha bisogno di lui, anche se non ha mai desiderato nessuna così tanto...


Recensione:
Insuperabile è una giostra di personaggi, importanti o meno non importa, la giostra gira lo stesso con le loro vite, le quali si intrecciano l'una all'altra.
A partire da una madre assente nelle vite dei figli ma sempre presente a concepirli senza nessun riguardo verso la Vita stessa e, rigorosamente, con uomini sbagliati. Prima con Dean, una ricca rockstar, che nonostante non sia a tutti gli effetti un padre nel vero senso della parola, quando può, vede il figlio e lo porta con sé a fare la tipica vita da rockstar, piercing e tatuaggi compresi. Rush, se lo andiamo a psicoanalizzare, da adulto assume uno stile di vita che ha assorbito proprio dal padre.

Poi c'è il secondo uomo sbagliato: Abe, specializzato a montare e smontare le sue famiglie come fossero un mobile dell'Ikea. Prima diventa padre di Nan che, nonostante l'abbandono, non riesce a odiarlo e spera ancora che lui possa tornare e giocare al padre-figlia con lei.
Nasce poi Blaire, abbandonata anche lei da Abe nell'età più vulnerabile e nel periodo più delicato della sua vita. Ma Blaire fa tesoro di questa vulnerabilità e la trasforma in una vera forza, forza che sconvolge Rush, insieme al suo aspetto decisamente non ignorabile.

Inizia così un gioco di sguardi e di tentazioni a cui Rush non può cedere: Blaire simboleggia il dolore della sorellina Nan. Una ragazzina viziata dalle lacrime di coccodrillo che odia Blaire a prescindere perché questa, all'oscuro da tutto, ha avuto il loro padre vicino a lei, mentre Nan lo ha sempre desiderato.
Blaire è per Rush il proibito. L'intoccabile. L'inafferrabile. L'insuperabile.
Del resto, però, la tentazione è forte, la passione pure e, anche se qualcosa ci dice che una determinata cosa è sbagliata, ma ci fa stare bene, siamo sempre più lontani dai pensieri razionali e sempre più lontani dalla "giusta" cosa da fare.

Rush si prende sulle spalle ogni peso della famiglia e ogni minimo problema lo vede come una sua colpa. Un ragazzo ventiquattrenne che cerca di fare l'uomo accollandosi le colpe di chi invece è adulto e si atteggia come un ragazzino libero da ogni responsabilità.

Questo è Insuperabile: una giostra di personaggi, dunque, che, come nella serie televisiva 90210, vivono una vita di lusso piena di soldi e questo fa di loro persone pronte a tutto pur di avere quello che vogliono, a colpi di bigliettoni verdi e di bugie che prima o poi crollano come castelli di carta.

Insuperabile è la storia raccontata dal punto di vista del protagonista, dopo che è stata pubblicata la serie raccontata da Blaire. Pare sia l'ultima moda degli scrittori new adult. Sinceramente io leggo poco questo genere e, in quei pochi che ho letto non c'era questa tecnica, che però mi ha sorpresa. Mi ha sorpresa forse anche perché la storia è narrata in prima persona da Rush e dunque mi sono sentita coinvolta come stessi guardando una pellicola cinematografica e nel bel mezzo del ciclone dei pensieri del protagonista.

Commenti

  1. Ed ecco qua un capolavoro! Ieri mi hai detto che non ce la facevi e invece ce l'hai fatta alla grande! Bravissima e un bacio <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro <3 Sì, all'inizio non riuscivo a scrivere ma dopo non mi sono più fermata :P
      Grazie :*

      Elimina

Posta un commento

Post più popolari