Rubrica: Parole sottolineate



Buon giorno!
Oggi inauguro una nuova rubrica: "Parole sottolineate".
Questa rubrica, a cadenza casuale, tratta di tutte quelle frasi che leggendo un libro mi piacciono e, matita alla mano, sottolineo per poi poterle rileggere un giorno sfogliando il libro.

Ovviamente le frasi hanno un significato soggettivo, c'è chi si trova in una semplice frase e c'è chi invece pensa sia una stupidaggine.
Ad ogni modo, inauguro questa rubrica riportando alcune massime di Epicuro tratte dal libro "E' facile essere felici se sai come farlo". Il libro in mio possesso è parte della bellissima, coloratissima e amatissima collana Newton Live Deluxe della casa editrice Newton Compton Editori. 
Sebbene io pensi che non abbia bisogno di presentazioni, voglio comunque dire che questa è una delle migliori iniziative nel mondo dell'editoria che abbiamo avuto negli ultimi anni. Infatti la Newton Compton si occupa di pubblicare dei classici (e non) che tutti abbiamo voluto leggere prima o poi a prezzi bassissimi, rendendo la letteratura accessibile a tutte le tasche. Lo ha fatto prima con la collana Newton Compton Live, ad un prezzo di €0,99, e ora con la collana Newton Compton Live Deluxe al prezzo di €1,90.
Ora penserete che stia facendo pubblicità gratuita alla casa editrice xD ma è semplicemente perché adoro questa serie e mi sono impossessata di quasi tutti i libri. Dico quasi perché qualcuno mi è sfuggito, anche se... Beh sono troppi e non ho ancora letto la metà. Ma questa è un'altra storia, familiare a tutti noi lettori compulsivi :)
Dunque iniziamo subito con le massime di Epicuro. Avrei voluto trascrivere direttamente il libro ma mi sono limitata a 20 aforismi che spero apprezzerete.


Nessun piacere è un male in assoluto; ma alcune fonti del piacere procurarono spesso più male che bene.


Se non ci turbasse la paura dei fenomeni celesti e della morte, che è qualcosa di vicino a noi, e se non ci turbasse il timore di non conoscere il confine tra il bene e il male, non avremmo bisogno della scienza della natura.



Non è possibile eliminare la paura sulle cose più importanti se si ignora la natura dell'universo e si vive nel sospetto delle leggende e dei miti, non è possibile in questo modo avere piaceri puri.


L'uomo giusto è sereno, l'ingiusto è pieno di turbamenti.


Di tutte le cose che la saggezza procura per ottenere un'esistenza felice, la più grande è l'amicizia.


In generale la giustizia è uguale per tutti, perchè è utile nei rapporti sociali; ma in casi particolari, e a seconda dei luoghi e delle condizioni, risulta che la stessa cosa non è giusta per tutti.


Nasciamo una sola volta, due non è concesso; tu, che non sei padrone del tuo domani, rinvii l'occasione di oggi; così la vita se ne va nell'attesa, e ciascuno di noi giunge alla morte senza pace.


Se si elimina il vedersi, il parlarsi e lo stare insieme, si dissolve la passione amorosa.


Occorre convincersi che il discorso lungo e il discorso breve arrivano al medesimo fine.


Non bisogna rovinare il bene presente col desiderio di ciò che non si ha, ma occorre riflettere che anche ciò che si ha lo si è desiderato.



Chi dice che tutto avviene per necessità non ho nulla da rimproverare a chi dice che non tutto avviene per necessità: una simile proporzione, in base a quanto essa stessa dice, avviene per necessità.


Non si deve invidiare nessuno; i buoni non meritano invidia; per quanto riguarda i cattivi, più hanno fortuna e più si rovinano.


Ogni uomo lascia la vita come se l'avesse appena iniziata.


Se l'ira dei genitori nei confronti dei propri figli è giustificata, è sciocco opporvisi e non chiedere loro perdono, ma è ancor più folle sfidarli esasperando col proprio risentimento la loro irragionevolezza senza tentare di mitigarla con miti ragionamenti.
Partecipiamo alle sventure degli amici non con lamenti ma con opere.


Chi vuole vivere libero non può acquistare ricchezze, perchè ciò non è facile senza diventare schiavi delle folle e dei potenti, mentre egli possiede già tutto con costante abbondanza; e anche se, per sorte, si trovasse in possesso di grandi ricchezze, potrebbe facilmente distribuirle in modo da acquistarsi la benevolenza degli altri.


Il maggior frutto dell'autosufficienza è la libertà.


Chi è privo di turbamenti procura serenità anche agli altri.


Se gli dèi esaudissero le preghiere degli uomini, l'umanità verrebbe dissoluta a causa di tutti i mali che gli uomini si invocano l'un l'altro.


La divinazione non ha un fondamento reale, se lo avesse gli eventi non sarebbero in nostro potere.


Ditemi un pò... Ce n'è una che vi piace in particolare?


-Nolwenn-

Commenti

  1. Risposte
    1. Grazie *-* allora stai attenta perché tra non molto pubblicherò la stessa rubrica ma con le frasi di "La misura della felicità" ;)

      Elimina

Posta un commento

Post più popolari