--> Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

Living Ramadan: tra fede e tradizione

Quando chiedi ad un bambino quand'è il Ramadan , egli ti risponde dicendoti: “quando la mamma sta in cucina e inizia a sfornare i dolci e l’aria si fa più elettrica ed intensa.”  Quando feci a mio cuginetto più piccolo questa domanda mi porse in mano Shebbakia, ancora caldo e colante di miele.  Il bello di ritornare bambini è riscoprire il sentimento di questo mese sacro ai musulmani dopo l'attesa palpabile nell'aria durante tutto l'anno; la gente si fa frettolosa, più bella, più appassionata. Le donne dominano le scene con prelibatezze.  Da qui, in Italia, ho sempre visto l’arrivo di questo mese sacro quasi come si attende il Natale per i Cristiani, con la sensazione che tutto brillasse di luce nuova e differente. Quando sono in Marocco, il mio paese cambia completamente volto, si anima e si agghinda di festa. I giorni del digiuno diventano un rito comune a tutti, in cui non si può bere e mangiare, astenendosi da ogni piacere carnale, sino al crepuscolo, quando il sol…

Ultimi post

Aprile: il mese della serenità, della lentezza e del sonno tranquillo

Recensione: La casa nella pineta. Storia di una famiglia borghese del Novecento di Pietro Ichino

Il free printable per tenere traccia delle statistiche del tuo blog

Recensione: Una ragazza affidabile di Silena Santoni

All'università ho imparato più dei concetti

Recensione: Il bufalo della notte di Guillermo Arriaga

Recensione: Ti ho trovato fra le stelle di Francesca Zappia

Recensione: La manutenzione dei sensi di Franco Faggiani

Recensione: Princesa e altre regine. 20 voci per le donne di Fabrizio De André (a cura di Concita De Gregorio)

Recensione: La prima ora del giorno di Anna Martellato